Skip to main content

Manifestazione del partito della solidarietà afghana a Kabul

KABUL (PAN)
I sostenitori del Partito della Solidarietà Afghana (ASP) il 30/4 hanno organizzato una manifestazione a Kabul contro i leader jihadisti e chiedendo il loro processo.

SPA 150x150Il corteo è partito dal Cinema-i-Pamir e si è conclusa nella zona Maiwand, dove i manifestanti esponevano foto dei leader jihadisti con una croce rossa sul viso. Hanno cantato “no America, no alla NATO e morte ad entrambi.”

Mentre incendiavano le loro foto, hanno anche condannato gli episodi del 27 aprile 1978 [colpo di Stato e presa di potere delle forze filosovietiche, N.d.T.] e il 28 aprile 1992 [presa di Kabul da parte dei gruppi jihadisti N.d.T.] quando  i mujaheddin entrarono a Kabul innescando una lunga guerra civile.

Hafizullah Rasih, un sostenitore ASP, ha condannato i due giorni di disordini politici e ha chiesto un processo per gli autori. “Lo scopo della nostra protesta è quello di condannare le marionette degli Stati Uniti e della Russia.” La manifestazione era stata inizialmente prevista il 27 aprile, ma il ministero degli Interni non ha consentito a causa di rischi per la sicurezza.

 

Un altro manifestante, Shela, ha detto che i leader jihadisti non rappresentano il popolo afghano e sono responsabili per la situazione attuale del paese. “Continueremo a perseguire il nostro obiettivo di portare i leader a un processo.”

Il 26 aprile, il colpo di stato comunista ha iniziato le truppe hanno marciato dalla loro base presso l’aeroporto internazionale di Kabul verso la città. Ci sono volute solo 24 ore per prendere il potere nella capitale.

L’ex presidente Sardar Mohammad Daud Khan e molti dei suoi familiari sono stati uccisi nel palazzo presidenziale il giorno seguente. Con la caduta dell’Unione Sovietica, il regime di Najibullah perse ogni credibilità e cominciò a crollare dal 27 aprile, dopo un accordo con la Russia per porre fine alle spedizioni di carburante in Afghanistan.

L’ASP, guidata da Daud Razmak, è attivo a Kabul fin dalla sua fondazione nel 2004 e sostiene di avere più di 30.000 membri a livello nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai bisogno di aiuto?