Skip to main content

Afghanistan: lapidate per “devianza morale”

11 novembre 2011 – giornalettismo.com

Madre e figlia morte nella regione di Ghazni

afg1 299x300Devianza morale e adulterio”: queste le accuse con cui due donne, madre e figlia, sarebbero state messe a morte dai talebani nella capitale (omonima) della regione di Ghazni. Ad accusare gli studenti coranici sono le autorità ufficiali afghane, che riportano anche le accuse con cui gli estremisti avrebbero ucciso le due donne – di cui non si sa il nome.

LAPIDATE – “Alcuni uomini armati”, dicono le forze dell’ordine, “sono entrati nella casa in cui la giovane vedova viveva con la figlia, l’ha portata fuori e l’ha lapidata a morte. I vicini non hanno informato le autorità in tempo”. Come sempre succede, dunque, l’omertà le ha condannate più della pietra.

Già due gli uomini arrestati dalla polizia, che spiega come la città sia “nella morsa” dei Talebani che negli ultimi tempi stanno emanando delle vere e proprie fatwa – editti – chiedendo a tutti gli abitanti di denunciare le donne “colpevoli di adulterio”. Già nel mese scorso una seconda donna era stata uccisa nella città, spiega la Bbc, “al crocevia strategico fra Kabul e Kandahar”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai bisogno di aiuto?