Skip to main content

Afghanistan: la violenza e le tradizioni fondamentaliste impediscono a milioni di ragazze di frequentare la scuola

Da: WUNRN

AfghanistanQuesta foto mostra alcune bambine afghane mentre leggono in una scuola elementare nei sobborghi di Bamiyan.

Kabul, 1° gennaio 2010

Lo scorso sabato un funzionario del governo ha dichiarato che il peggioramento delle condizioni di sicurezza e il perseverare delle abitudini islamiche conservatrici ha impedito a quasi 5 milioni di bambini afghani di frequentare la scuola nel 2010.

I rigidi islamisti talebani vennero estromessi dal potere dagli Stati Uniti e dalle forze afghane quasi una decade fa, tuttavia molte donne non sono ancora in grado di lavorare fuori dalle loro case e, nelle zone più remote del paese, alle bambine e alle ragazze viene impedito di frequentare la scuola.

Durante la dominazione talebana alle donne era vietato usufruire dei servizi sanitari ed educativi ed erano obbligate ad indossare il burqa che le copriva da capo a piedi. Solo i bambini potevano frequentare la scuola, ma queste usanze sono tuttora ampiamente diffuse.

Diversi fondamentalisti islamici oppositori dell’istruzione femminile, hanno gettato acido sui volti di ragazze che si recavano a scuola. Inoltre, molte scuole femminili – anche a Kabul – sono state riempite di gas velenosi. Tutte queste azioni vengono rivendicate dai fondamentalisti islamici.

 

Asif Nang, portavoce del ministero dell’educazione, ha affermato che su 12 milioni di bambini che avevano i requisiti per iscriversi a scuola, solo sette milioni l’hanno frequentata.

“Questa cifra è allarmante e il governo sta facendo di tutto per spianare loro la strada”, ha dichiarato Nang.

Ormai la violenza è arrivata al suo culmine in tutto l’Afghanistan, con un numero record di morti raggiunto in quest’ultima decade di conflitto tra l’Afghanistan, le forze di occupazione straniere e l’insorgere dei talebani.

Nang ha affermato che, oltre alla violenza, il problema è accentuato anche dalla mancanza di insegnanti donne nelle aree remote del paese, in cui le famiglie tendono a non permettere alle figlie di frequentare scuole dove ci sono insegnanti uomini.

“Su 364 distretti in Afghanistan, più di 200 non hanno insegnanti femmine”, ci ha detto.

Infine, Nang ha aggiunto che in molte zone del sud e dell’est dell’Afghanistan – in cui la presenza talebana è molto forte – le famiglie continuano a non volere che le loro figlie ricevano un’educazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai bisogno di aiuto?