Skip to main content

Kabul, bambine avvelenate dal gas dei talebani in una scuola

Peacereporter – 25/08/2010

Insegnanti e bambine intossicate sono state portate in ospedale. La violenza talebana contro l’istruzione femminile continua
Stamattina cinquantanove bambine sono rimaste intossicate da un gas sprigionato in una scuola di Kabul dai talebani, che si oppongono all’istruzione femminile.
“Questo ultimo incidente è il nono caso di questo tipo in un breve lasso di tempo”, ha detto Asif Nang, il portavoce del ministro dell’educazione.

 

Il medico Kabir Amiri ha confermato che 59 ragazze e 14 insegnanti sono stati portati in ospedale: “Non abbiamo gli strumenti adatti per conoscere che tipo di gas hanno usato, ma abbiamo inviato i campioni del loro sangue in Turkmenistan per verificarlo”. Le bambine, di diverse eta’, sono state ricoverate ma le loro condizioni non sembrano critiche.

Secondo i dati Unicef, sono circa due milioni le donne afgane che frequentano le scuole. Ma le violenze dei Talebani divengono sempre più frequenti, specialmente nelle provincie di Kandahar e Helmand. Un report dell’agenzia umanitaria Care dello scorso anno ha riferito che ci sono stati 670 attacchi verso le scuole femminili solo nel 2008.
Quando furono al potere in Afghanistan tra il 1996 ed il 2001, i Talebani abolirono ogni forma di istruzione femminile e la questione rimane controversa in gran parte dell’Afghanistan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai bisogno di aiuto?