Skip to main content

Afghanistan, Talebani attaccano Ong Usa: almeno 1 straniero morto

KABUL (Reuters) – Attentatori suicidi hanno attaccato oggi la sede di un’organizzazione umanitaria americana in Afghanistan, uccidendo almeno uno straniero e ferendone circa 20, ha detto un funzionario provinciale.

L’attentato, avvenuto prima dell’alba, è stato compiuto nella provincia relativamente tranquilla di Kunduz da talebani armati e da attentatori suicidi che hanno invaso gli uffici di Development Alternatives, nei pressi di un hotel. Lo riferisce a Reuters il governatore provinciale Mohammad Omar.

Un attentatore si è fatto esplodere davanti al cancello d’ingresso permettendo agli altri di entrare. Omar riferisce che una volta entrati, i militanti si sono scontrati contro le guardie di sicurezza e la polizia per sei ore. Lo scontro a fuoco potrebbe essere ancora in corso.

Un portavoce talebano, Zabihullah Mujahid, ha detto che almeno sei militanti hanno partecipato all’operazione.

Secondo il suo sito internet, Development Alternatives è una delle principali organizzazioni, specializzata nella ricostruzione post-conflitto e nella gestione di governi locali, aziende agricole e risorse naturali.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai bisogno di aiuto?